EnglishItaliano

Bunkeraggio marittimo: cos’è e come svolgerlo in sicurezza

Così come le automobili hanno bisogno del carburante, lo stesso avviene per le navi. Il processo interessato del rifornimento di combustile, utile all’avviamento del motore della nave, è il cosiddetto bunkeraggio marittimo, dal verbo inglese to bunker – fare/imbarcare carbone.

Sarà una moto-cisterna bunker a trasportare il prodotto rivenduto dalla società petrolifera e a consegnarlo, senza terze parti, alla nave da rifornire senza l’ausilio di impianti fissi.

Capiamo insieme come svolgere in sicurezza questa procedura e quali sono le relative norme regolamentatrici.

Le origini del bunkeraggio marittimo

In Italia questo iter di trasporto carburante è incominciato solo all’inizio del secolo scorso, grazie al propagarsi delle navi con motore a vapore le quali venivano rifornite di carbone tramite barconi trasportati da rimorchiatori. Al contrario, il trasbordo del carbone veniva completato direttamente dai caricatori con ceste a spalla.

Poco dopo, negli anni Trenta, con l’avvento delle motocisterne hanno esordito anche le prime navi con impulso diesel. Negli agli anni Ottanta, poi, è iniziata l’era della modernizzazione della flotta per far sì che si adeguasse ai più alti modelli normativi di sicurezza.

Ma cerchiamo di andare nello specifico e capire quali sono le norme relative al bunkeraggio.

Camion per trasporto combustibili

La normativa sul bunkeraggio marittimo

Gli interventi di bunkeraggio marittimo sono regolamentate da un determinato quadro normativo imposto dalle stesse norme in corso di validità per il settore cisterniero. Le ordinanze sono emanate periodicamente dall’Autorità Marittima, in osservanza al potere di vigilanza previsto dall’art. 68 Cod. Nav. e dalla Circolare del 2002 emanate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Queste regolano le operazioni di bunkeraggio nei porti marittimi e definiscono anche le linee guida di sicurezza per le operazioni di rifornimento di combustibili liquidi alle navi.

I dispositivi e le attrezzature di sicurezza usati durante la fase di bunkeraggio sono volti ad adempiere alle seguenti funzioni: 

  • Eludere il rilascio di GNL;
  • Arginare le quantità di GNL una volta che il rilascio è compiuto;
  • Domare un eventuale incendio.

Tipologie di bunkeraggio navi

Il bunkeraggio marittimo è regolamentato, come abbiamo detto, da precise ordinanze che influiscono anche sulla tipologia dell’operazione svolta.

I regimi autorizzativi vengono schematizzati qui di seguito:

  • Il bunkeraggio tramite autocisterna [TTS]. Viene concessotramite preliminare parere della Commissione Locale ex art. 48 del “Regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione (navigazione marittima) approvato con DPR 15 febbraio 1952 n. 328” integrata da un rappresentante dell’Autorità di Sistema Portuale.
  • Il bunkeraggio a mezzo nave/bettolina [STS]. È approvato mediante il rilascio di una concessione ai sensi dell’art. 66 del Codice della navigazione – autorizzato con R.D. 30 marzo 1942, n. 327, aggiornato al decreto legislativo 22 aprile 2020, n. 37- e dell’art. 60 del relativo regolamento, da parte dell’autorità marittima. 

Bene, a questo punto dovresti avere un po’ più chiaro il quadro generale relativo al bunkeraggio marittimo. Ovviamente, le tariffe del servizio possono variare a seconda delle quantità e delle tipologie di merce e di trasporto.

Bunkeraggio marittimo nel porto

Il servizio di Vinci&Campagna

VINCI & CAMPAGNA S.p.A. si occupa di trasporti fissi e centinati da oltre settant’anni ed esegue trasporti su strada di merci in genere, in particolare di rifiuti pericolosi e non, con tutte le tipologie di mezzi: semirimorchi cassonati, ribaltabili e fissi, cisternati, autospurghi e casse scarrabili.

Opera in Italia e all’estero, effettuando i sopralluoghi necessari per comprendere le esigenze del cliente e portare a termine il trasporto con successo, seguendo rigorosamente le normative che regolano il trasporto attraverso i vari Paesi. 

I nostri clienti vengono fidelizzati nel tempo grazie ad investimenti in mezzi, tecnologie e persone, con l’obiettivo di affrontare le sfide proposte dai clienti e soddisfarne le aspettative. Non a caso il motto aziendale “Qualità in movimento dal 1946” da sempre enfatizza la filosofia aziendale e il dichiarato impegno della Direzione di operare in qualità e nel rispetto dell’ambiente.

Oggi la nostra azienda può vantare un efficiente staff di tecnici e autisti con un parco mezzi e attrezzature che ci consentono di operare in maniera ottimale per soddisfare tutti i clienti. 

Detto questo, cerchi anche tu un ottimo servizio, veloce ed efficace, capace di agevolare le tue esigenze logistiche? Affidati all’esperienza e agli ottimi operatori specializzati di Vinci&Campagna, compila il form e richiedi un nostro preventivo.

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
Linkdin
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

lascia un commento

Potrebbe interessarti anche...

Restiamo in contatto

Registrati alla nostra mailinglist, compila questo form per ricevere aggiornamenti su notizie e comunicazioni