EnglishItaliano

Limiti di Velocità Mezzi Pesanti: quali sono e sanzioni previste

Come ben sappiamo, a tutelare e garantire la sicurezza degli utenti stradali, dagli autisti ai pedoni, ci pensa il Codice della Strada, il complesso di norme che regola la circolazione degli utenti stessi. In particolare, all’articolo 142, il Codice si preoccupa di stabilire dei limiti di velocità, i quali si differenziano in limiti massimi e limiti minimi, a seconda delle tipologie di veicolo e delle strade in questione. A questo proposito, dunque, cosa sapere riguardo i limiti di velocità mezzi pesanti?

Autocarro in autostrada

Limiti di velocità mezzi pesanti: ecco tutti quelli in vigore

Date le loro dimensioni, i mezzi pesanti hanno dei limiti di velocità più restrittivi rispetto agli altri autoveicoli. Non a caso, il comma 3 dell’articolo 142 del Codice della Strada sottolinea che alcune tipologie di veicoli non possono andare oltre precisi limiti di velocità. Nello specifico: 

  • Gli Autoveicoli o Motoveicoli dedicati al trasporto merci pericolose, nel momento in cui viaggiano carichi, non possono superare i 50 km/h fuori dai centri abitati e di 30 km/h all’interno dei centri abitati;
  • Complessi di veicoli, invece, costituiti da autoveicolo e rimorchio, devono rispettare i seguenti limiti di velocità: 80 km/h nelle autostrade, 70 km/h fuori dai centri abitati. 
  • Per gli Autoveicoli dedicati al trasporto di cose o altri usi, con una massa complessiva a pieno carico sopra le 3,5 tonnellate e fino alle 12t, i limiti sono: 80 km/h per le strade fuori dai centri abitati; 100 km/h nelle autostrade;
  • Per la stessa tipologia di veicolo, invece, ma di massa complessiva a pieno carico superiore alle 12 tonnellate, sono previsti i limiti di 70 km/h fuori dai centri abitati, mentre 80 km/h in autostrada;
  • Gli Autobus e i Filobus, che non superano le 8t di massa complessiva a pieno carico, non possono superare gli 80 km/h fuori dai centri abitati e i 100 km/h nelle autostrade;
  • Gli Autocarri che superano le 5 tonnellate, al contrario, se utilizzati per il trasporto di persone, devono viaggiare entro i 70 km/h fuori dai centri abitati, 80 km/h sulle autostrade;
  • Le Macchine Agricole e le Macchine Operatrici non possono andare oltre i 40 km/h, se dispongono di pneumatici o altri sistemi equivalenti, mentre 15 km/h in tutti gli altri casi;
  • Infine, per i Mezzi D’opera a pieno carico i limiti di velocità in vigore sono: 40 km/h nei centri abitati, 60 km/h fuori dagli stessi.
Limiti di velocità in autostrada

I limiti massimi di velocità standard

Detto questo, ove non viene palesato alcun limite specifico, i veicoli citati devono rispettare i limiti massimi validi per tutte le altre tipologie di veicolo. Ovvero:

  • 130 km/h nelle Autostrade;
  • 110 km/h nelle Strade Extraurbane Principali;
  • 90 km/h nelle Strade Extraurbane Secondarie;
  • 50 km/h nelle Strade Urbane (dei centri abitati), tenendo conto delle eccezioni previste sempre dall’art. 142, comma 1 del CdS.

Limiti di velocità: le eccezioni più comuni

In città, ad esempio, il limite massimo di 50 km/h può scendere fino a 30 km/h in prossimità degli istituti scolastici. Allo stesso modo, i neopatentati sono obbligati a rispettare il limite massimo di 90 km/h (anziché 110 km/h) nelle strade extraurbane principali in caso di maltempo. Discorso analogo per le autostrade, dove il limite massimo per i neopatentati è di 110 km/h, anziché 130. 

Limite per può scendere per tutti anche in condizioni di maltempo (110 km/h) e di scarsa visibilità (fino a 50 km/h). Nelle extraurbane secondarie, invece, possono esserci particolari tratti che richiedono una velocità massima di 70 Km/h. Anche quei casi, ovviamente, ogni modifica dei limiti verrà indicata dalla segnaletica stradale.

Detto questo, come anticipato alcune righe fa, oltre ai limiti massimi di velocità, esistono anche quelli minimi. Per esempio, quando parliamo di autostrade a 3 corsie, è possibile trovare dei limiti di velocità minimi da mantenere alla guida, anche relativi ai mezzi pesanti.

Limiti massimi segnaletica stradale

Limiti di velocità mezzi pesanti non rispettati? Ecco le sanzioni previste

Quando si parla di limiti di velocità mezzi pesanti, le sanzioni previste per i trasgressori sono le stesse di tutti gli altri veicoli, ma con alcune aggiunte di aggravanti.

  • Per chi supera i limiti minimi o massimi di velocità entro i 10 km/h, è prevista una multa che può andare dai 42 ai 173 euro;
  • Chi supera i limiti sforando dai 10 km/h ai 40 km/h è invece soggetto ad una multa che va dai 173 ai 695 euro, alla quale si somma la decurtazione di 3 punti dalla patente;
  • Coloro che vanno oltre i 40 km/h, ma entro 60 km/h, si assicurano una multa dai 544 ai 2.174 euro, più una sospensione della patente da 1 a 3 mesi e la decurtazione di 6 punti;
  • Infine, chi supera i limiti di velocità andando oltre i 60 km/h, riceve una multa da 847 a 3.389 euro, oltre alla sospensione della patente da 6 a 12 mesi, compresa la perdita di 10 punti dalla stessa.

Attenzione. Se i limiti vengono superati alla guida di: 

  • Veicoli dedicati al trasporto merci pericolose
  • Autoveicoli con rimorchi
  • Autobus e Filobus, con massa complessiva a pieno carico sopra le 8t, 
  • Autoveicoli che trasportano cose o ad altri usi
  • Mezzi d’opera a pieno carico, 

le sanzioni amministrative pecuniarie e accessorie vengono raddoppiate.

I casi di recidività

Se si è recidivi entro i 2 anni dalla prima infrazione, invece, la sospensione della patente può aumentare dagli 8 fino ai 18 mesi, quando vengono superati i limiti massimi dai 40 ai 60 km/h. Oltre 60 km/h, si andrà per la revoca della patente.

E tu, conoscevi o ricordavi tutti i limiti di velocità previsti dal Codice della Strada? Parliamone nei commenti.

Cerchi un ottimo servizio, veloce ed efficace, capace di agevolare le tue esigenze logistiche? Vinci&Campagna dispone di un completo parco automezzi in grado di soddisfare tutte le tue richieste, compila il form e richiedi un nostro preventivo personalizzato.

Condividi questo articolo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
Linkdin
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

lascia un commento

Potrebbe interessarti anche...

Restiamo in contatto

Registrati alla nostra mailinglist, compila questo form per ricevere aggiornamenti su notizie e comunicazioni